.
Annunci online

informati, rifletti, agisci
Scienza: tra progresso e complotto!(3)
post pubblicato in Scienza e Coscienza, il 21 luglio 2009



Fusione Fredda, panacea energetica o frode scientifica????
post pubblicato in Scienza e Coscienza, il 4 luglio 2009





La fusione nucleare è quella reazione mediante la quale due nuclei leggeri, spesso Idrogeno o suoi isotopi, entrano in collisione fondendosi in un unico nucleo più pesante. Tale reazione quando avviene, sviluppa una grande quantità di energia. Questo tipo di reazioni avvengono in maniera continuativa e autoalimentata all’interno del sole, dove le elevatissime temperature (che superano i 10 milioni di gradi Celsius) conferiscono agli atomi un’energia cinetica sufficiente per la collisione. Attualmente i fenomeni di fusione prodotti dall’uomo si verificano intorno a temperature di 15000 gradi Celsius (come ad esempio le reazioni osservate nella bomba H). Per Fusione Fredda, invece, si intende un processo di fusione tra nuclei, che avviene a temperature notevolmente inferiori (max 500 gradi Celsius) rispetto a quelle riportate in precedenza. Questa reazione permetterebbe di ottenere una grande quantità di energia a fronte di un ridotto investimento energetico necessario a far collidere i nuclei coinvolti.

 

Nel 1989 uno dei più stimati e rispettati elettrochimici inglesi, Martin Fleischmann, e il collega americano Stanley Pons, convocarono una conferenza stampa presso l’Università di Utah (USA) per comunicare al mondo intero di aver fatto una scoperta che avrebbe cambiato il destino energetico dell’umanità, rotto la dipendenza dagli idrocarburi e allontanato la temuta ipotesi nucleare. I due scienziati, durante lo studio di alcune proprietà dei metalli ottennero anomale produzione di energia e ipotizzarono di aver scovato un fenomeno naturale in cui una reazione nucleare (fusione tra due atomi di Deuterio a dare l'Elio) riusciva ad avvenire in un ambiente a temperature non enormi, come invece accade nel Sole, pur trattandosi sempre di fusione. Per questo la battezzarono con il nome “Fusione Fredda”. Tuttavia presi dall'entusiasmo i due non verificarono la completa riproducibilità dell'esperimento e questo, unito a interessi politici ed economici esterni, portò la gran parte del mondo scientifico a ritenere la Fusione Fredda una vera e propria frode scientifica. Nonostante le iniziali critiche, una parte della comunità scientifica continuò a lavorare attivamente per cercare di comprendere al meglio il fenomeno e solo nel 2004, grazie anche al lavoro di numerosi scienziati italiani dell'ENEA e dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, il "caso Fusione Fredda" venne riaperto e preso nuovamente in considerazione da una commissione scientifica del Department of Energy (DOE) degli USA. Al termine dell'analisi la metà dei componenti della commissione del DOE si espresse positivamente sulla F.F., ritenendo che il fenomeno era da considerarsi un effetto reale, cioè non frutto di fantasia o di cattive misure, e che la materia meritava di essere studiata ne più ne meno che altre materie scientifiche.

Da allora un enorme numero di enti di ricerca, aziende energetiche ed Università si occupano dello studio di questo fenomeno che potrebbe realmente cambiare glia attuali scenari energetici e che per troppo tempo è stato ridimensionato a "pura fantascienza".


TUTTE LE INFORMAZIONI DI QUESTO ARTICOLO SONO STATE RICAVATE DA: http://www.ioriocirillo.com/ita/index.php; http://www.progettomeg.it/

PER LA LETTERATURA SCIENTIFICA CONSULTARE: http://www.lenr-canr.org/

INCHIESTA RAInews24: http://www.rainews24.rai.it/ran24/inchieste/19102006_rapporto41.asp

Sfoglia giugno        gennaio
calendario
adv
endpoverty BambiniSoldato sisn_blue Ricostruiamo Onna passaparola luttazzi

voglio scendere

Wikio - Top dei blog http://www.wikio.it Add to Technorati Favorites